16 progetti che mettono in risalto l’uso della permacultura

From foodtank.com by Ilaria Ricotti
16 progetti che mettono in risalto l’uso della permacultura

La permacultura rappresenta un design e un’etica innovativa, basata su un processo che rende l’agricoltura più sostenibile, rinvigorisce il suolo, conserva l’acqua e ridirige li flussi degli sprechi. Questo processo è ispirato dal rapporto quotidiano trovato nella natura. L’obiettivo principale dell’adottare i principi della permacultura è rendere gli individui capaci di essere produttori in prima persone e smettere di essere consumatori dipendenti. Queste tecniche sono messe in pratica in modi differenti in tutto il mondo, a seconda del clima e delle particolari risorse della regione. Mentre le metodologie delle pratiche della permacultura sono varie, l’approccio olistico rimane costante. È facile quindi tenere a mente che l’etica primaria della permacultura include la cura della terra, la cura delle persone e la condivisione delle risorse.

Recentemente c’è stato un forte richiamo per ricerche che portino benefici a lungo termine e un’alta partecipazione di persone che adottano questi principi. Secondo Scott Pittman, il direttore del National Permaculture Institute, approssimativamente tra i 100,000 e i 150,000 studenti hanno completato corsi certificati sulla materia e circa 50,000 studenti provengono dagli Stati Uniti. C’è, inoltre, un ampio corpo di letteratura che conferma molte storie di successo legate alla permacultura, implementata in tutto il mondo. Secondo Appleseed Permaculture, più di 1,000,000 di persone sono ora certificate in permacultura in più di 140 Paesi, con più di 4000 progetti portati avanti sul campo.

L’uso della permacultura è stato uno strumento efficace per combattere la malnutrizione in Malawi.  Never Ending Food è un’organizzazione dedicata alla permacultura e all’alimentazione in Africa. Stacia e Kristof Nordin sono impegnati nel progettare sistemi che supportino uno stile di vita sostenibile. L’organizzazione ha promosso diverse sessioni di Corsi di Design della Permacultura in tutto il Malawi. Dato che il Paese ha una stagione di crescita di 12 mesi, accesso all’acqua e un’ampia base genetica di semenze locali, l’introduzione della permacultura ha il potenziale per produrre una grossa quantità di cibo durante l’anno e portare così cambiamenti agricoli positivi. Introducendo miglioramenti a costo ridotto per le famiglie di agricoltori, le famiglie del Malawi possono aumentare la loro sicurezza alimentare famigliare complessiva. Per aumentare la consapevolezza sui benefici della permacultura, il Kusamala Institute of Agriculture and Ecology ha implementato il Red Soil Project al fine di creare dei mezzi per gli agricoltori per condividere conoscere ed esperienza sul processo in questione. L’International Fund for Agricultural Development (IFAD) ha riportato che la permacultura è una soluzione percorribile per aiutare a combattere l’insicurezza alimentare per il 15 per cento della popolazione globale che è malnutrita. Gli agricoltori che utilizzano la permacultura in Malawi hanno una sicurezza alimentare media migliore, una dieta diversificata più ampia e un più alto raccolto rispetto agli agricoltori convenzionali.

Il Worldwide Permaculture Network ha pubblicato un esteso database per comprendere meglio quali progetti sono messi in pratica in tutto il mondo. Il sito permette di cercare i progetti sulla base di parole chiave, zone climatiche e tipologie per meglio indirizzare i tuoi risultati. In questo momento, il sito ospita 1957 progetti di permacultura in tutto il mondo.

Per capire meglio quali sono questi progetti che vengono messi in pratica in tutto il mondo, Food Tank concentra l’attenzione su 16 iniziative di successo che utilizzano la permacultura:

  1. Ferme MiKu Valley Farm – Miku si trova nell’Est Ontario rurale, in Canada, ed è un esempio di successo, oltre che un sito educativo. La fattoria si espande su 68 acri ed è la casa di un piccolo allevamento, di giardini mercato in espansione, dello sviluppo di una foresta del cibo e di un sito educativo per il design della permacultura. Ospitano wwoofers in tre stagioni per promuovere le loro pratiche di permacultura e acquistare esperienza.
  2.  Findhorn Ecovillage – La Findhorn Foundation community è un esperimento di vita consapevole, un centro educativo e un ecovilaggio situato nella costa ovest della Scozia, nel Regno Unito. La Fondazione è orgogliosa di essere sostenibile non solo in termini ambientali, ma anche in termini sociali, economici e spirituali. Findhorn offre un corso di design della permacultura per garantire un’introduzione complessiva ai principi della permacultura, alle pratiche di design e alla loro applicazione.
  3.  Green Beat Farm – Green Beat è una fattoria dimostrativa, produttiva, sperimentale e educativa, costruita sui principi della permacultura, basata a Tulum, Messico. La fattoria produce verdure e erbe per ristoranti locali, hotels e per i membri della comunità. Le principali sementi prodotte sono l’Arugula, il Chard, il Kale, il Mustard Greens e i Broccoli. Green Beat, inoltre, ospita un ampio programma di volontari che accoglie persone provenienti da tutto il mondo.
  4.  Habiba Organic Farm – Basata a Nuweiba, in Egitto, la fattoria Habiba Organic era in passato una porzione di deserto con una base beduina, convertita poi in terra fertile. Il principale obiettivo degli agricoltori di Habiba è quello di sperimentare lo sviluppo di appropriate tecniche agricole per la Penisola del Sinai. In quest’area, infatti, sono state riscontrate delle difficoltà nel crescere semenze utilizzabili. La fattoria ha avuto successo nell’introdurre un numero di semenze capaci di sopravvivere nel deserto.
  5.  Happy Food Farm – Collocata a Nanning, in Cina, questa fattoria cresce frutta, verdure e fiori, oltre ad allevare pesce e polli. La fattoria si sostiene quasi interamente da sola grazie alla frutta e alle verdure che cresce. Inoltre, porta avanti un’attività dedicata per insegnare ai bambini locali i benefici della permacultura e ha sviluppato programmi educativi.
  6. IDEP Foundation – IDEP è una ONG locale indonesiana basata a Bali, in Indonesia. L’organizzazione sviluppa e fornisce addestramento, programmi comunitari e relativi ai media per lo sviluppo sostenibile attraverso il metodo della permacultura e del management del rischio. Il loro lavoro nella fondazione copre quattro aree che comprendono il ciclo della resilienza, inclusi la permacultura, la preparazione al disastro, la risposta all’emergenza e la ripresa della comunità.
  7.  Institute of Permaculture El Salvador – Questo movimento legato alla permacultura è rappresentato da un’organizzazione grassroots di agricoltori sostenibili e ha stabilito un’alleanza tra tre associazioni di permacultura locali: la Ecological Association of Permaculturists of Suchitoto, la Ecological Association of Indigenous Kakawira Farmers e l’Association of Permaculturists of Torola. La loro missione è quella di promuovere la permacultura per sviluppare una società più sana, più saggia e più ecologicamente sostenibile.
  8.  Koanga Institute – Koanga è la casa della più grande collezione di semi organici della Nuova Zelanda. L’istituto ospita il Permaculture Research Institute di Wairoa, in Nuova Zelanda ed è conosciuto internazionalmente per educare studenti e insegnanti competenti e preparati. I workshops sono indirizzati verso persone che sono interessate a vivere in modo sostenibile e a portare il cambiamento nella loro comunità.
  9.  Permaculture Association of South Australia – PASA è un’organizzazione no profit il cui obiettivo principale è promuovere, praticare e rappresentare la permacultura nell’Australia del Sud. L’organizzazione si focalizza sulla seguente etica della permacultura: cura della Terra, cura delle persone, limitazione dei consumi e un’equa distribuzione delle risorse. PASA fornisce ai gruppi locali i mezzi per essere connessi l’uno all’altro e per raccogliere informazioni su progetti implementati nell’Australia del Sud, in Australia e nel resto del mondo.
  10.  Permaculture in Ukraine – Questa ONG ha l’obiettivo di unire gli sforzi di chi ha applicato con successo le tecniche di permacultura nella propria abitazione e di fornire a queste persone l’opportunità di condividere le proprie esperienze e di supportare gli altri. La sua missione è diffondere la conoscenza e promuovere l’idea della permacultura nella società. Gli obiettivi futuri includono l’istituzione di una Scuola di Permacultura in Ucraina, in modo da poter fornire un’istruzione alla permacultura ad alti livelli, tenendo in considerazione le condizioni e i bisogni locali.
  11. Permaculture Institute of North America – PINA supporta gli studenti e gli esperti di permacultura del Nord America e delle Hawaii. Gli obiettivi principali di PINA includono il mantenere standard professionali nel design della permacultura, nell’insegnamento e nella pratica. L’organizzazione grassroots, inoltre, supporta l’educazione alla permacultura attraverso un processo di certificazione che riconosce i successi più degni di nota e le eccellenze.
  12.  Permaculture Institute Thailand (PIT) – L’istituto si definisce come un’organizzazione di supporto alla permacultura thailandese che incoraggia, supporta e facilita tutte le forme di educazione, pratica e gli agricoltori associati all’uso della permacultura. La missione del PIT è di diffondere la sua etica, i principi e la teoria attraverso la Thailandia, per incoraggiare stili di vita sostenibili e per affrontare le problematiche locali legate alla povertà.
  13.  Philly Permaculture – Questa organizzazione agisce come forum locale per tutte le iniziative legate alla permacultura basate a Philadelphia, in Pennsylvania. Mette e disposizione diversi video sui funghi, oltre ad esplorare e discutere come i funghi possono essere utilizzati in funzione di agente curante, in aggiunta ad altri importanti ingredienti all’interno di ricette a base vegetariana. L’organizzazione si occupa anche di tecniche di coltivazione di base. Ogni mese selezionano un diverso film educativo da guardare e discutere per capire come incorporare ciò che hanno appreso all’interno delle loro pratiche di permacultura.
  14. Regenerative Kitchen Garden & Food Forest – Basato a Anjuna, in India, questo progetto si focalizza sulla rigenerazione ecosistemica della terra, la cui vegetazione ha subito bruciature sistematiche per vent’anni. La missione rigenerativa consiste nel diversificare le sementi piantando cinque alberi di cocco, alberi neem e legumi.
  15.  Senegal Permaculture Project – Questo progetto, basato a Sare Suma, in Senegal, è stato implementato in seguito alla richiesta di un proprietario terriero senegalese locale per incoraggiare la sostenibilità e la crescita del posto. Il progetto si concentra sull’utilizzo di una fattoria locale di 11 acri, che si configura come esempio e sito educativo per gli altri abitanti del villaggio. I sistemi di permacultura messi in pratica includono la raccolta dell’acqua, il piantare gli alberi, l’istituzione di corporazioni di permacultura, la costruzione della fertilità del suolo e il trattamento degli animali in un sistema di permacultura.
  16.  Third Millennium Alliance – L’Alleanza pone l’attenzione verso un approccio olistico per preservare gli ultimi resti della Foresta Pacifica sulle coste dell’Ecuador e per fare in modo che le comunità locali siano in grado di ritrovare e mantenere ciò che è stato perso. Le loro pratiche incoraggiano la sostenibilità economica e ambientale nella regione per le comunità locali. Ad oggi, sono stati piantati più di 20,000 alberi ed è stato sviluppato un orto di alberi da frutta sperimentale con più di 50 specie di alberi che producono cibo, un giardino di verdure e un’infermeria per la vegetazione.
Continue reading at Food Tank